Loading... (0%)
Chiama subito al Numero Verde 800 593227 - Seguici su:

FAQ – Frequently Asked Questions

Le risposte alle domande che sempre più spesso vengono poste

HO I DENTI SCURI CHE TENDONO AL GIALLO PIU' CHE AL BIANCO, COME DEVO FARE?

Intanto è necessario eseguire una buona igiene orale domiciliare e una accurata igiene orale professionale eseguita in studio da personale specializzato, poi è possibile eseguire un trattamento sbiancante in studio con una rapida ed innocua tecnica che in circa un’ora permette di ridare splendore ai denti. La combinazione del trattamento in studio con un trattamento domiciliare di mantenimento professionale riesce a dare risultati ottimi e duraturi…tecniche di sbiancamento…contatta lo studio

QUANTO DURA L’EFFETTO DEL TRATTAMENTO SBIANCANTE?

È differente per ogni persona , dipende da molte varianti tra le quali le abitudini alimentari ( caffè , te , fumo , vino rosso , liquirizia ecc) dieta, il colore di base del dente e la capacità di assorbire il prodotto sbiancante. Normalmente , se il trattamento è combinato al mantenimento domiciliare può durare circa uno , due anni.

IL TRATTAMENTO SBIANCANTE E' INNOCUO PER I MIEI DENTI?

Certo è innocuo, ed è provato scientificamente. La tecnica è usata ormai da anni in gran parte del mondo con successi consolidati. Il prodotto sbiancante usato in studio è il perossido di idrogeno al 35% in gel che contiene delle sostanze che accelerano l’effetto ossidante in contatto di una certa lunghezza d’onda luminosa prodotta da una lampada speciale . Il trattamento di mantenimento domiciliare utilizza il perossido di carbamide al 10% che a contatto dell’acqua si trasforma in perossido di idrogeno e urea . Il dente non viene in alcun modo intaccato o indebolito.

SONO EFFICACI I PRODOTTI SBIANCANTI IN VENDITA AL PUBBLICO ?

Poiché sono di libera vendita non possono contenere sostanze sbiancanti ad alta concentrazione quindi l’effetto sbiancante , se è presente, è fugace . E’ possibile , invece , creare danni ai denti se vengono usati prodotti pseudo sbiancanti impropriamente . I dentifrici sbiancanti, poi, hanno un’azione sbiancante insignificante o se sono abrasivi sono deleteri . E’ sempre buona regola rivolgersi ad un professionista del sorriso

IO FUMO DA ANNI , HO I DENTI SCURI , POSSONO DIVENTARE BIANCHI I MIEI DENTI?

Si. Se lei intende smettere di fumare o diminuire drasticamente il numero di sigarette il trattamento sbiancante le potrà far ritornare un sorriso brillante. Se invece desiderasse continuare a fumare è possibile ricorrere alle faccette in porcellana (porcelain laminates) che sono dei sottilissimi gusci di porcellana applicati sui denti che ridanno il colore e la forma desiderata in due sedute. La nicotina non intacca la porcellana

LE MIE VECCHIE OTTURAZIONI DEI DENTI ANTERIORI SONO DIVENTATE SCURE , E' POSSIBILE SCHIARIRLE?

Il colore del composito delle otturazioni non si può schiarire anche se una accurata lucidatura potrebbe migliorare la situazione . Se non si ottengono buoni risultati è consigliabile rifare un nuova otturazione estetica o ricorrere ad una faccetta in porcellana . E’ necessario sapere che , se vogliamo eseguire un trattamento sbiancante dovranno prima essere eseguite le otturazioni.

IO HO UN DENTE SCURO DEVITALIZZATO NELL’ AREA DEL SORRISO COME POSSO FARE?

Il trattamento di sbiancamento per i denti vitali non può essere utilizzato per i denti devitalizzati . Per questo problema si eseguono periodici ( annuali ) sbiancamenti interni del dente oppure si ricorre ad una corona di porcellana integrale .

IO HO IL SORRISO GENGIVALE …COSA POSSO FARE ?

E’ possibile risolvere il suo caso dopo una attento studio pluridisciplinare che prevede il coinvolgimento del team specialistico dello studio. A volte è sufficiente ridefinire l’architettura gengivale nella zona del sorriso con una gengivoplastica con il laser, a volte è necessario combinare assieme un trattamento ortodontico o chirurgico ortognatico maxillo facciale. E’ consigliabile rivolgersi in una struttura dove collaborino: un dentista competente in parodontologia, odontoiatria cosmetica, protesi, assieme all’ortodonzista ed un chirurgo maxillo facciale esperto in chirurgia ortognatica.

LE MIE GENGIVE SI RITIRANO, COSA SI PUÒ FARE?

E’ possibile risolvere il problema . Probabilmente si tratta di recessioni gengivali da errato spazzolamento o da malattia parodontale . E’ possibile eseguire interventi di chirurgia muco gengivale per coprire le zone di retrazione innestando del tessuto connettivo prelevato dal palato. I denti appariranno così della lunghezza normale e saranno meno sensibili alle variazioni termiche .

MI HANNO DETTO CHE HO LA PIORREA . SI PUÒ CURARE?

La malattia parodontale ( piorrea) è una malattia batterica recidivante delle gengive e dei tessuti di supporto al dente . Se non trattata progredisce fino alla perdita del dente . Esordisce con un’infiammazione gengivale e poi progredisce con un’infiammazione profonda per la distruzione ossea “ tasca parodontale “. In una fase precoce è sufficiente eseguire delle sedute ripetute di igiene professionale e levigatura radicolare; in fasi avanzate è necessario eseguire interventi di chirurgia parodontale nello studio odontoiatrico e sottoporre il paziente ad un programma di mantenimento per prevenire le recidive.

LE MIE GENGIVE SANGUINANO SPESSO QUANDO MI LAVO I DENTI. COSA DEVO FARE?

Sicuramente ha un ‘infiammazione gengivale . E’ necessario indagare e prenotare una visita .Potrebbe essere un semplice accumulo di placca come una avanzata malattia parodontale o altro.

CON CHE FREQUENZA DEVO SOTTOPORMI A VISITE DI CONTROLLO E IGIENE ORALE PROFESSIONALE ?

Se non ci sono condizioni di rischio ogni sei mesi se invece è presente un rischio alto anche ogni tre o quattro mesi .

LE INDAGINI RADIOGRAFICHE ODONTOIATRICHE SONO PERICOLOSE?

No se vengono eseguite con le moderne apparecchiature radiologiche digitali (radiovisiografia) , La dose di raggi X emessi è circa il 90% in meno delle radiografie convenzionali .Il medico odontoiatra è in grado di valutare ogni caso e quindi di eseguire radiografie al più basso dosaggio consentito .

E’ PERICOLOSO IL FUMO PER LA MIA BOCCA?

Si: favorisce le malattie parodontali ed il cancro orale oltre a favorire l’alitosi e la colorazione, scura o a macchie, dei denti.

LE MIE CORONE FRONTALI (CAPSULE) NON MI SODDISFANO , È VISIBILE UN ORLETTO SCURO ALLA BASE DEI DENTI . COSA POSSO FARE?

E’ possibile che le sue corone non chiudano bene sul dente o che siano molto vecchie o che non siano state eseguiti secondo i principi dell’ odontoiatria estetica ( margini metallici visibili) o che abbia avuto una retrazione gengivale per cause parodontali : in entrambi i casi è consigliabile il rifacimento delle corone usufruendo delle nuove tecniche e dei nuovi materiali che il mercato mette a disposizione .

MI MANCANO DEI DENTI. COSA POSSO FARE?

Rimpiazzarli il prima possibile e prima che i denti vicini e antagonisti si spostino . Se ciò accadesse la riabilitazione sarebbe più complicata e costosa in quanto sarebbe necessario ricorrere prima ad un trattamento ortodontico. L’attendere troppo esporrebbe l’osso nella zona edentula ad un riassorbimento che potrebbe rendere più complicato un eventuale trattamento implantologico . Se possibile i denti mancanti vengono oggi sostituiti da impianti dentali che sono delle radici artificiali in titanio inserite nell’osso . In alternativa esistono le protesi amovibili, mobili ed i ponti tipo “ Maryland” incollati ai denti ; i ponti fissi sono indicati se si hanno già in bocca manufatti di questo tipo che devono essere rifatti , in caso contrario si evita di limare un dente integro e vitale per usarlo come pilastro di ponte .

COSA SONO LE FACCETTE ( PORCELAIN LAMINATE) E IL BONDING?

Le faccette sono delle applicazioni di sottili gusci di ceramica della forma e colore desiderato che non richiedono anestesia per la preparazione del dente ma di sole due sedute . Se eseguite da un professionista esperto in odontoiatria estetica cosmetica rappresenta quanto di più estetico e naturale e conservativo si possa ottenere . il dente non viene ridotto ma viene solo irruvidito lo smalto sul quale viene applicata la faccetta con un sistema adesivo ed il costo è relativamente basso. Un ‘alternativa più economica può essere eseguito il bonding ovvero l’applicazione di uno strato di composito modellato dal dentista sulla superficie esterna del dente . Il risultato estetico è immediato, ma è necessario ripristinare l’integrità del restauro più spesso rispetto alle faccette in ceramica : le applicazioni di bonding durano da tre anni a otto anni, le faccette da cinque a dodici anni e più .

SONO DEMORALIZZATO …HO AVUTO SEMPRE TANTI PROBLEMI ALLA MIA BOCCA … SONO TENTATO DI TOGLIERMI I DENTI E METTERMI UNA DENTIERA

Io direi di non demoralizzarsi , ma di trovare una struttura adeguata dove un serio ed esperto professionista coadiuvato da un team valido si prenda cura della sua bocca non solo temporaneamente ,ma per tutta la durata del rapporto professionale che deve essere protratto per almeno tutta la durata fisiologica dei lavori eseguiti . L’aver cercato in passato alternative low cost sicuramente potrebbe avere prodotto trattamenti low quality: esistono dei costi per creare sicurezza e qualità delle prestazioni che non possono andare al di sotto di un certo limite . Alla fine un trattamento eseguito a regola d’arte , con professionalità si dimostra nel tempo sempre più economico di un trattamento di bassa qualità e di basso costo. I viaggi all’est della speranza ne sono la dimostrazione più palese. Gli ignari italiani che si rivolgono a quelle strutture a volte pagano parcelle più care che non da validi professionisti nostrani e sono convinti di avere fatto risparmi enormi. Non esistono in questi paesi le rigide norme che regolano la nostra professione e che garantiscono la salute ed i diritti delle persone. Tuttavia anche i quei paesi esistono dei bravi professionisti che sono in grado di eseguire terapie ad alto livello ma spesso le parcelle sono uguali o superiori a quelle italiane.

HO LE OTTURAZIONI IN AMALGAMA, SCURE ….NON MI PIACCIONO: È POSSIBILE RIFARLE DEL COLORE DEL DENTE ?

Certo, le otturazioni in amalgama possono essere rimosse e rifatte in composito in materiale atossico ed esteticamente eccellente. L’amalgama è un’unione di argento e mercurio: non è più in uso utilizzare questo materiale in quanto il mercurio può essere tossico.

COSA POSSO FARE PER IL MIO ALITO ?

Se l’alitosi non è di altre origine ( malattie sistemiche ecc) è provocata da colonizzazioni batteriche nella parte posteriore della lingua . E’ necessario rivolgersi ad un dentista che abbia gli strumenti per valutare le componenti dell’alito e che possa prescrivere le terapie opportune . Una corretta igiene , un spazzolamento – della lingua , ed un uso di collutorio specifico ( a base di chlorine dioxide)

IO HO UNO SPAZIO TRA I MIEI DUE DENTI INCISIVI SUPERIORI .COSA POSSO FARE?

Lei probabilmente ha dei “ diastemi “ . E’ un problema risolvibile con diverse alternative tra le quali la via ortodontica : che prevede l’uso di apparecchi anche invisibilio per riavvicinare i denti oppure le faccette in porcellana o delle corone .

QUANDO SORRIDO I MIEI DENTI NON SI VEDONO . COSA POSSO FARE?

E’ utile sottoporsi ad un esame del sorriso da un professionista esperto in odontoiatria estetica – cosmetica attraverso il quale sarà possibile progettare e costruire un sorriso ideale in rapporto al viso , alle aspettative e alla personalità .Le alternative terapeutiche sono varie dalle più semplici alle più complesse: dall’ortodonzia alle faccette in ceramica o alla chirurgia ortognatica

VORREI RADDRIZZARMI I DENTI CON UN “APPARECCHIO” , MA HO 48 ANNI .. È POSSIBILE ANCHE ALLA MIA ETÀ?

Certo . I denti si possono spostare ad ogni età : dall’età pediatrica a quella della terza età . Per gli adulti esistono oggi svariate tecniche : è possibile ad esempio ridurre i tempi dei trattamenti ortodontici con la chirurgia piezoelettrica oppure eseguire trattamenti ortodontici con apparecchi invisibili mobili e fissi ecc..

MI HANNO TOLTO DEI DENTI MOLTO TEMPO FA E NON LI HO MAI RIMPIAZZATI , E' POSSIBILE ORA?

Certo , ma è necessario che si rivolga ad un bravo professionista esperto in chirurgia implantologica e protesi al fine di valutare il caso attentamente attraverso esami radiografici una TAC ed eventualmente una simulazione tridimensionale .Infatti con l’implantologia è quasi sempre possibile risolvere casi simili al suo .

MI HANNO DETTO CHE NON POSSO FARE GLI IMPIANTI PERCHÉ HO POCO OSSO , È VERO?

Quasi sempre la perdita anche grave di tessuto osseo può essere rimpiazzata ; innesti di osso , tecniche di rigenerazione ossea ed interventi di implantologia avanzata riescono ad risolvere casi simili al suo . Un bravo medico chirurgo odontoiatra esperto in implantologia avanzata coadiuvato da un team valido e con una struttura adeguata è certamente in grado di risolvere questo problema.

QUANTO DURANO GLI IMPIANTI?

Le ricerche indicano che possono durare più di 35 anni . Teoricamente anche per tutta la vita se non intervengano cause esterne che possano far perdere il supporto d’osso come le colonizzazioni batteriche responsabili della malattia parodontale, cause riferite a sovraccarico degli impianti dovuti a protesi inadeguate e alcune malattie sistemiche.

CHE PERCENTUALE DI SUCCESSO HANNO GLI IMPIANTI ? E’ VERO CHE A VOLTE C’È IL RIGETTO DELL’IMPIANTO ?

Il successo degli impianti è altissimo : dal 95% a 98% . Gli impianti non sono soggetti a rigetto ; gli impianti sono di solito in titanio che è un metallo non riconosciuto dal nostro sistema immunitario , quindi non può essere rigettato come gli organi trapiantati da altro donatore . Gli impianti possono raramente fallire per cause che ne impediscano l’osteointegrazione . In mani di un esperto chirurgo ,odontoiatra implantologo , esperto in protesi e in una struttura adeguata i rischi di insuccesso possono scendere anche quasi a zero.

LA MIA MANDIBOLA A VOLTE SCROSCIA O SCRICCHIOLA . C’È QUALCHE COSA CHE SI POSSA FARE PER ME ?

Il suo problema è gnatologico cioè un problema che riguarda il movimento dell’articolazione temporo mandibolare . Richiede una visita ed una serie di indagini diagnostiche per definire la necessità o meno di un trattamento.

A VOLTE HO DEI DOLORI FORTI ALLA MANDIBOLA E MI SCROSCIA . VORREI FARE QUALCHE COSA.

La capisco , è molto fastidioso . L’articolazione temporo mandibolare è una delle articolazioni più delicate e una delle più usate nel nostro corpo . Il fatto che le dolga è una condizione che impone una visita gnatologica , un’indagine diagnostica ed un trattamento finalizzato ad eliminare il dolore e a limitare gli scrosci.

IO AVREI BISOGNO DI UN LIFTING DEL MIO VISO E DI UN GROSSO LAVORO AI MIEI DENTI: DA DOVE DEVO INIZIARE DOTTORE?

Le consiglio di iniziare dal lavoro odontoiatrico riprogettando e ridefinendo il suo sorriso .Il lavoro del chirurgo estetico verrà sicuramente agevolato almeno per ciò che riguarda il sostegno delle labbra delle guance e della posizione del mento in rapporto alla dimensione verticale.

VORREI SISTEMARE IL MIO SORRISO , COSA DEVO FARE?

Deve prenotare una visita o inviarci un e-mail con qualche notizia in più. Il sistemarsi un sorriso è spesso un concetto molto soggettivo ; di solito , il sistemare un sorriso non è limitato a ripristinare l’integrità di un dente, ma prevede l’analisi di tutte le componenti che concorrono a comporre un sorriso gradevole inclusa quella delle personalità del paziente.

IO DEVO “RIFARMI I DENTI “ SONO STATA DA QUATTRO DENTISTI E TUTTI MI HANNO DATO OPINIONI DIVERSE E PREVENTIVI DIVERSI . NON SO PIÙ COSA FARE .

L’unica cosa che non deve fare è continuare a peregrinare per gli studi in cerca di risposte che magari non esistono : non le troverà mai si creerà una gran confusione . Deve scegliere un professionista eseguendo una selezione basata su criteri semplici : professionalità ,che eserciti esclusivamente l’odontoiatria , esperienza , referenze, struttura , qualità , professionalità dei collaboratori , disponibilità , cortesia ,comodità, servizio e per ultimo costo . Il costo molto basso non è mai compatibile con tutti i requisiti sopra esposti . A parità di requisiti i professionisti , di solito fanno piani di trattamento simili e preventivi simili . Una volta che ha scelto deve instaurare un rapporto di fiducia e affidarsi a lui .

IL MIO DENTISTA MI HA “SPARATO UN PREVENTIVO ASTRONOMICO “ COME POSSO SAPERE SE È GIUSTO?

il concetto di “astronomico ” è relativo , ciò che astronomico per lei non lo è per un ‘altro con le stesse sue possibilità economiche . Ci sono persone che si bevono in una mezzora bottiglie di vino da centinaia di euro , persone che ogni anno spendono migliaia di euro in giochi del lotto o in viaggi o in cene . L’importante è il valore che lei dà alla sua bocca e alla sua persona . Nei paesi più evoluti , le persone più istruite danno più valore alla propria persona . Le tariffe per singola prestazione del dentista di buona professionalità sono di solito quasi tutte uguali con differenze massime del 20%. Se per lei il preventivo del suo dentista è troppo alto gli chieda un’alternativa più economica ….sicuramente troverà una soluzione : ogni professionista è in grado di fornire una soluzione di tipo sociale che , magari con trattamenti più semplici, le consente di ripristinare ugualmente estetica e funzione .Il vero guaio sarebbe quello di peregrinare in cerca di preventivi molto bassi o ” low cost” . L’associazione dentisti italiani ANDI ha pubblicato nel 2008 un tariffario medio delle prestazioni in qualità dei dentisti italiani , lì potrà vedere se il preventivo del suo dentista è congruo.L’associazione ha verificato che al di sotto del minimo del tariffario pubblicato non è possibile garantire prestazioni di qualità , realizzate con tempi corretti , con protocolli internazionali accreditati dal mondo scientifico ed eseguite da professionisti preparati ed aggiornati.